Il reato di peculato. Art. 314 cp.

Il reato di peculato. Art. 314 cp.

Il diritto di peculato si configura, secondo quanto riporta il codice penale, quando “il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio che, avendo per ragione del suo ufficio o servizio il possesso o comunque la disponibilità di danaro o di altra cosa mobile altrui, se ne appropria”.

E chi meglio del simpatico, ligio ma crudele ed avaro Sceriffo di Nottingham poteva rappresentare al meglio questa fattispecie criminosa?

Infatti, lo Sceriffo, nel pieno delle sue funzioni di pubblico ufficiale, perché designato e ordinato dal Principe Giovanni e da Sir Biss, ruba e spoglia i poveri dei rispettivi denari e beni per darli ai ricchi.

Il reato c’è e viene punito con una reclusione, secondo le modifiche apportate dall’art.1 della legge n. 190/2012, da 4 a 10 anni. Se voi foste i giudici, la dareste un’attenuante allo Sceriffo? Io e Re Riccardo si…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>